Episodio 1×08 – Strizzacervelli in busta (Shrink wrap)

0f7d0a0efde6039d8f5a49038c08a979.jpgTitolo originale USA: Shrink Wrap
titolo italiano: Strizzacervelli in Busta
Trasmesso in USA: 19 Novembre 2006, Showtime.
Trasmesso in ITALIA: 29 Novembre 2007, Fox Crime – SKYScritto da:  Lauren Gussis
Diretto da:  Tony GoldwynGuest Star:  Sam Witwer (Neil Perry),  Mark Pellegrino (Paul),  Daniel Goldman (Cody),  Christian Camargo (Rudy),  Rolando Millet (Ufficiale del tribunale),  Devon Graye (Giovane Dexter),  Tony Goldwyn (Dr. Emmett Meridian),  K.C. Ramsey (Giornalista/Poliziotto sotto copertura)  

Angel e Dexter sono in una stanza buia e studiano le macchie di sangue con la luce fluorescente. La luce illumina un corpo, un giovane donna in una vasca da bagno con del sangue che le esce dalla bocca. Ha una pistola in mano e ciò farebbe pensare ad un suicidio, almeno per Angel. Dexter non crede sia un suicidio perchè la scelta di una pistola per uccidersi è più una caratteristica degli uomini. Le donne di solito si tagliano i polsi o ingoiano delle pillole. A quanto pare la vittima era una donna ricca che manteneva il marito artista. Proprio il marito, il signor Gayle, è convinto che non sia un suicidio ma che qualcuno l’abbia uccisa. Doakes chiede se avessero problemi sentimentali, e Gayle risponde che lei stava passando un brutto periodo col lavoro e che probabilmente qualche criminale che ha mandato in carcere (lei era un pubblico ministero) l’ha uccisa. Intanto fuori Rudy e Deb si baciano appassionatamente e sembra che le cose tra i due vadano alla grande. Doakes la chiama e le dice di fare qualche indagine nel vicinato per sapere qualcosa in più sul marito.
Dexter va da Rita e vi trova Paul che sembra avere dimenticato l’incontro della settimana scorsa con Dex, visto che ora è incredibilmente gentile. Dexter chiede dove sia Rita. Paul dice che è bloccata nel traffico e che ne ha approfittato per avere un’ora in più con i ragazzi, naturalmente in presenza del supervisore. Paul si scusa per ciò che è successo l’altro giorno e finalmente arriva Rita. Dexter dice di aver portato della cioccolata calda, ma Cody gli dice che ci ha già pensato loro padre.
“Meghan Dowd, Carolyn Jillian ed ora Vanessa Gayle,” pensa Dex mentre guarda le foto dei presunti suicidi avvenuti negli ultimi tempi. “Tutte donne potenti. Tutte hanno usato una pistola e negli ultimi 2 anni.” Devono avere qualcosa di più in comune queste donne. LaGuerta arriva alle sue spalle e gli chiede come mai sia così interessato ai suicidi. Lui risponde che è semplice curiosità. Laguerta ha bisogno del rapporto sul sangue di Vanessa Gayle, e Dexter dice che è solo riuscito a capire che il colpo è stato sparato da vicino. Intanto arriva il capitano Matthews e dice a Laguerta che l’accusa vuole il fascicolo sull’assassino del camion frigo. A quanto pare il Capitano si è preso tutti i meriti per l’arresto di Perry e Laguerta sembra essere piuttosto irritata da questa cosa. Dexter le dice di non preoccuparsi perchè ride bene chi ride ultimo. Laguerta gli chiede se è ancora convinto che abbiano preso l’uomo sbagliato. Lui risponde che Perry è solo un pretendente al trono mentre il vero re è ancora là fuori. Laguerta allora pensa che il vero assassino potrebbe approfittarne per uscire di scena, lasciando Dex un po’ preoccupato pensando: “E se dovesse davvero scomparire?” No. Ha un conto in sospeso con me. Devo solo aspettare che succeda qualcosa. Intanto ho bisogno di distrarmi.” Così, mentre riguarda le foto delle donne, scopre che tutte andavano in terapia da un certo Dottor Emmett Meridian. Così Dex decide di fissare un appuntamento col dottore e provare a fare un po’ di “psicologia inversa”.
“Entri, Sean. Si accomodi,” dice il dottor Meridian, rivolgendosi a Dexter, che sta usando un nome falso. Dexter dice di essere lì perchè una sua amica si è suicidata, nonostante avesse tutto nella vita e non capisce il senso di questo suo gesto. Meridian dice che per alcune persone la morte ha perfettamente senso, mentre la vita è solo un puzzle. Inoltre il dottore dice a Dexter che lui sta usando la storia del suicidio solo per avere una scusa per vederlo. “Ha assolutamente ragione,” dice Dex, sorridendo. Dexter pensa che il dottore sappia fare il proprio mestiere e si chiede come mai allora le sue pazienti muoiano. Dexter sbircia nel calendario degli appuntamenti di Meridian. Nell’ora della morte di Vanessa, Meridian aveva una sessione con Scott Soloman. Quindi non può essere stato lui. Il dottore inizia a fare domande a Dex sulla sua vita privata, così lui gli risponde che sarebbe più facile aprirsi se anche Meridian raccontasse qualcosa di se stesso. Il dottore dice che questo è il classico comportamento di chi vuole sempre avere il controllo su tutto. Di chi non vuole che le altre persone si avvicinino a lui. Così chiede a Dexter: “Sei mai stato vicino a qualcuno?” “Al mio padre adottivo,” risponde Dex. “E’ l’unico che mi abbia conosciuto davvero.” Meridian vuole sapere di più su Harry. “Cosa facevate voi due insieme?” “Sa, le solite cose padre-figlio.”
In un flashback vediamo il giovane Dexter prendere Harry da dietro e legargli una corda attorno al collo. Dopo averlo liberato, Harry si complimenta per la bella imboscata. Dexter è euforico per aver finalmente “battuto” Harry. Il padre gli dice che questo non è un gioco, che lui gli sta insegnando queste cose perchè è l’unico modo che ha per tenerlo lontano dalla sedia elettrica. “E’ questione di sopravvivenza, Dex, nient’altro.”
LaGuerta va a far visita a Perry, per assicurarsi se sia davvero l’assassino. “Ho confessato, cosa vuole di più?” chiede Perry. LaGuerta lo informa che ci sono prove che non coincidono, come le impronte digitali. Lui così le mostra i polpastrelli bruciati ma Laguerta dice che l’ha fatto perchè probabilmente sapeva che le impronte non avrebbero coinciso. Laguerta vorrebbe solo che la storia di Perry sia realmente vera, così lui le dice di poterla aiutare ma in cambio vuole parlare con la stampa.
Intanto Dexter trova un modo per avvicinare Scott Soloman e alla fine scopre che l’alibi del dottor Meridian è verificato. La notte in cui la vittima è morta Scotto era in terapia dal dottore. Per questo motivo decide di prendere un altro appuntamento con Meridian per poterci vedere più chiaro.
Intanto Deb e Rudy sembrano trovarsi a meraviglia. Sono a letto a coccolarsi dopo aver fatto l’amore. Deb inizia a piangere e Rudy vuole sapere il perchè. Deb dice che ogni volta che si è trovata nuda con qualcuno è stato solo per “scopare”, ma ora è diverso: sente che con Rudy non sia stato sesso, ma che ci abbia fatto l’amore.
Paul è fuori con i bambini e Rita si accorge dell’assenza del supervisore. Lui spiega che il supervisore l’ha chiamato per dirle che non sarebbe potuta venire. Rita si arrabbia e pensa di essere l’unica che voglia realmente che questa cosa funzioni. Paul, riesce a manipolare Rita convincendola che, per questa volta, non ci sia nulla di male se stanno con i bambini insieme. Rita dice che annullerà il suo pranzo con Dexter. Rita guarda Paul giocare con i bambini e sembra preoccupata.
“Al contrario di quanto il dottor Meridian pensi, io non tengo sempre a distanza le persone,” pensa Dexter nel suo ufficio mentre cerca di scoprire altri indizi. Masuka entra e porta i risultati dell’analisi forense su Vanessa Gayle. Il colpo è stato sparato dalla sua mano e non da quella del marito. La traiettoria dello sparo e la presenza di droghe nel suo corpo fanno pensare al suicidio. Impossibile che sia stato un omicidio. Dex comunque ancora non è convinto e pensa che lo psicologo possa aiutarlo a schiarirsi le idee.
Così Dexter torna, come paziente, da Meridian. Dexter gli dice che la gente cerca sempre di passare per qualcuno che non è. Meridian chiede a Dex se è così che anche lui si sente, come se stesse nascondendo un oscuro segreto. Dopo aver visto una videocamera nascosta in una pianta, Dexter dice che non si riferisce a se stesso ma invece a Meridian, che fa quello che fa per lavoro e non perchè tenga davvero alla gente. Meridian nega e fa altre domande a Dex sul lavoro e su Rita. A quanto pare le cose non vanno così bene e lui gli consiglia di accettare che a volte possa esserci qualcosa che nessuno può controllare e di lasciare perdere.
Altro flashback. Il giovane Dexter viene deriso da un bulletto più grande di lui. Dex dice ad Harry che avrebbe voluto ucciderlo, ma che ovviamente non l’ha fatto. Harry dice che deve essere stato difficile andarsene senza fare nulla e che è orgoglioso di lui. Dex risponde: “Non esserlo, perchè ho ancora voglia di ucciderlo. Quando scomparirà questa sensazione?”
Perry rilascia un’intervista ad un giornalista. LaGuerta entra e chiede a Perry se è pronto ora a parlare del caso anche con lei. Perry risponde: “Certo, non appena avrò parlato con un vero giornalista.” Neil ha capito il gioco di LaGuerta e la minaccia di non collaborare più. “Pensi che io sia un impostore, ma la verità è che tu lo sei!” Neil continua dicendo di avere scoperto come è diventata tenente. A quanto pare, lei e Doakes, che erano partner, lavoravano su un caso di droga. LaGuerta è stata solo fortunata a trovarsi al posto giusto nel momento giusto e si è presa tutti i meriti. Perry si chiede se Doakes sarebbe diventato un bravo tenente. LaGuerta dice di essersi meritata la promozione. “Certo, è stato un gran colpo! Non quanto me, ma certo, diciamocelo: tu non mi hai catturato. E’ stato il tuo capitano.”
E’ notte e Dexter irrompe nell’ufficio di Meridian per provare che la morte di quelle tre donne sotto le sue cure non è stata una coincidenza. Rita manda un sms a Dexter, chiedendogli dove si trovi. Entra nel computer di Meridian e trova i video delle tre donne. Dopo aver cancellato la sua cartella, inizia ad esaminare il video di Vanessa Gayle. Lei gli chiede altri anti-depressivi ma lui rifiuta dicendo che è ora che lei cominci a camminare con le proprie gambe. Poi apre il video di un’altra donna che dichiara di “voler morire”. Meridian le dice di comprendere il desiderio della morte. Niente più sofferenza, stress lavorativo, la mancanza di speranza: sparirebbe tutto. Dexter apre un altro video di un’altra donna. “In molte culture non viene stigmatizzato il suicidio,” dice Meridian. “Il suicidio è rispettato, anche ricompensato come una sorta di coscienza personale.” La donna chiede come la gente riesca a farlo. Lui risponde che “i più coraggiosi usano le pistole”. Bingo, Dexter. Il dottore spingeva le donne a fidarsi di lui per poi convincerle a suicidarsi. Rita gli manda un altro sms: “Vieni qui. Ho bisogno di te!”
Rita dedica un’accoglienza molto sexy a Dexter. Ha paura di avergli dato un’idea sbagliato per aver cancellato il loro pranzo per stare con Paul e i bambini. Dexter le chiede come sia andata e Rita risponde: “Molto bene e ho paura. Per la prima volta ho capito quanto sarebbe facile per me ricadere nella mia vecchia vita. Ma la mia nuova vita mi piace troppo!” Rita si spoglia, dicendo di essere pronta e che vuole passare la notte con lui. Ma Dex le dice che deve tornare a lavoro e se ne va pensando: “Non posso fare sesso con Rita. Ogni volta che vado a letto con una donna, vede ciò che sono davvero: vuoto. E poi sparisce. Non voglio perdere Rita, quindi devo risolvere questa cosa. Non posso uccidere Meridian ancora! Mi serve un’altra seduta di terapia.”
Doakes incontra Deb alla centrale e le chiede dove sia stata. Lei così gli dice del suo nuovo fidanzato. Nell’ufficio di Laguerta, lei chiede a Doakes se lui abbia raccontato a qualcuno del caso che l’ha portata alla promozione. Doakes dice di no, quindi Laguerta capisce che Perry sa tutte quelle cose perchè è riuscito ad entrare nel database della polizia.
Dexter è da Meridian e gli parla di ciò che è successo con Rita. Lui gli dice che è spaventato da ciò che lei potrebbe vedere e che tutti nascondiamo una belva malvagia dentro di noi e che per domarla dobbiamo accettarla e lasciarla uscire ogni tanto per farla sfamare. Meridian decide di usare una tecnica di rilassamento per capire, tra i suoi ricordi, quali siano le radici dei problemi di Dexter. Dexter vede in rapida successione vari spezzoni della sua vita, fino a quando la memoria si ferma su un bambino che piange e completamente ricoperto di sangue all’interno di un container. Dexter si alza dal divanetto di Meridian completamente sudato e se ne và. Dexter si precipita da Rita e appena apre la porta inizia a baciarla e fanno l’amore passionalmente. Rita a quanto pare è rimasta più che soddisfatta dall’accaduto e dice a Dex che dovranno inventarsi qualcosa da dire ai bambini per le prossime volte, in modo che Dex non debba andarsene via furtivamente. A quanto pare Rita non vuole fuggire da Dex, anzi.
Laguerta va da Neil Perry ancora, dicendo di avere bisogno di un consulto. Tira fuori da un frigo una testa mozzata e chiede a Neil che tecnica abbia usato il killer per tagliarla. Neil a quel punto esplode, terrorizzato dalla visione, implorando di tenere lontano la testa da lui. Così Laguerta ha scoperto finalmente che l’assassino del Camion Frigo non è lui.
LaGuerta va dal Capitano Matthews dicendogli che Perry ha ritrattato la propria confessione e che era solo un emulatore. Il Capitano dice che ci sono troppe prove contro di lui e che quindi andranno avanti fino al processo, portando tutto ciò che hanno al procuratore.
Dexter va da Meridian raccontandogli di lui e Rita e dicendo che a terapia gli ha fatto davvero bene. Meridian allora gli chiede di che cosa voglia parlare oggi. Dexter allora risponde: “Devo dirle qualcosa che non ho mai detto a nessuno. Sono un serial killer. Oddio, che bello poterlo dire ad alta voce!” Meridian pensa che Dex stia scherzando e Dexter gli risponde che invece è serissimo. Conosce la belva malvagia che c’è all’interno di Meridian, ricordandogli le sue tre pazienti che ha spinto a suicidarsi. Meridian quindi cerca di andarsene ma Dex lo prende e lo addormenta. Il dottore si sveglia in seguito, avvolta nella plastica. Dexter è di fianco a lui e gli chiede come mai scegliesse solo donne potenti. Per renderle impotenti. Dexter raccoglie il campione di sangue di Meridian poi dice: “Mi ha aiutato ad accettare ciò che sono. Le sono grato. Ma sono cresciuto con dei principi specifici. Mi dispiace, doc. Le azioni hanno delle conseguenze, e questa è la sua.” E così lo uccide.
Rudy chiama Deb dicendole che arriverà tardi perchè ha del lavoro da fare. Quando Rudy riaggancia va al PC a controllare la posta. Di fianco al computer c’è il resto della bambola di cui Dexter ha solo la testa. Poi si alza, va in una cella frigorifera ed inizia a tagliuzzare un nuovo corpo. L’assassino del Camion Frigo è lui.

Episodio 1×08 – Strizzacervelli in busta (Shrink wrap)ultima modifica: 2007-06-21T18:45:00+02:00da dolcecanto83
Reposta per primo quest’articolo