Episode 1×07 – I miei colleghi (Circle of Friends)

36aeb65e0c392dc17a96b6710ab2a0bf.jpg

Trasmesso in USA: 12 Novembre 2006, Showtime.
Trasmesso in ITALIA: 22 Novembre 2007, Fox Crime – SKY
Scritto da:  Daniel Cerone
Diretto da: Steve Shill
Guest star: Geoff Pierson (Capitano Matthews), Christina Robinson (Astor), Christian Camargo (Rudy), Daniel Goldman (Cody), Mark Pellegrino (Paul), C.S. Lee (Vince Masuka) , Jayden Lund (Supervisore), Jayden Luno (Supervisore), Darcy Fowers (Prostituta), Bunnie Rivera (Laline), Sewell Whitney (Avvocato), Alex Demir (Guardia), Colton James (ragazzo al centro d’accoglienza), David Batiste (Analista informatico), Lizette Carrion (Shanda), Brad Henke (Tony Tucci), Mark L. Young (Jeremy Downs), Sam Witwer (Neil Perry)

La scena si apre con Dexter che sta analizzando una scena del crimine e che si chiede come sia per gli altri serial killer, perchè l’unico rumore che lui sente, l’unico suono del mondo è il battito del suo cuore. La vittima è un giovane studente che, secondo Dexter, è stato giustiziato. Doakes rimane perplesso da come Dex sembra essere affascinato da quel cadavere circondato da sangue e dal modo in cui è stato ucciso. Dex vorrebbe poter dire che il Sergente Doakes sia il suo problema più serio, ma non  è così. Lui ha già visto il tipo di ferite inferte alla vittima (Jeremy, il ragazzino che Dex aveva risparmiato in passato perchè l’omicidio che aveva commesso era stato per una “giusta causa”).

Deb e Angel sono ancora in centrale a notte fonda. Deb sta cercando indizi sul Killer del Camion Frigo, qualsiasi cosa o dettaglio insignificante, anche le multe per divieto di sosta vicino alle scene del crimine. Tra i nomi di chi ha commesso delle infrazioni spunta quello di Neil Perry. L’avevano interrogato come testimone quando in città comparivano ovunque i resti di Tony Tucci. I due si chiedono come mai un testimone possa trovarsi in due diverse scene del crimine: forse perchè il Killer è proprio lui. Angel e Deb vanno a casa di Neil (in realtà una baracca) e notano che la sua macchina è una familiare, come quella in cui sono salite le vittime prima di scomparire. I due notano che Perry li sta osservando con una telecamera e decidono di irrompere in casa. L’uomo riesce a fuggire da “un’uscita d’emergenza”, taglia le gomme dei due poliziotti e si dà alla fuga in macchina.

Intanto Dex sta facendo un confronto tra le ferite del ragazzo trovato morto la sera prima e quelle della vittima di Jeremy. E’ stato lui. Dexter l’aveva preso, per poi lasciarlo andare perchè il ragazzo che ha ucciso l’aveva stuprato. L’atto di bontà di Dex è stato un errore e se avesse seguito il suo istinto ora ci sarebbe una vittima innocente in meno all’obitorio. Intanto Laguerta sta organizzando una Task Force per catturare Perry e trovare delle prove tangibili che lo colleghino al Killer del Camion Frigo. Laguerta affida la Task Force ad Angel, mentre Doakes rimane sul caso del ragazzo accoltellato. Dexter dubita seriamente che il soggetto possa essere il Killer e Deb sembra non rimanerci troppo bene, visto che è stata lei ad arrivare a Perry e Dex sembra voler smontare le sue teorie un’altra volta.

Rita va a scuola a prendere i ragazzi ma le dicono che è già passato il padre a prenderli. Intanto la casa di Perry si rivela essere un vero e proprio laboratorio per imbalsamare gli animali e quindi attrezzata con tutto il necessario per fare a pezzi anche una persona. Nel computer di Perry trovano svariati articoli su come levare il sangue dagli animali e addirittura uno sulla macellazione del corpo umano.
Intanto Rita è con Dexter ed è disperata. Dex le dice che si deve calmare e restare a casa nel caso Paul la chiami. A quel punto Paul e i ragazzi entrano in casa. Paul le dice di averle lasciato un messaggio dicendole che avrebbe portato i ragazzi al Luna Park e lasciandole il suo numero di telefono. Paul vede Dex e i due si presentano. Rita è molto arrabbiata con Paul e lui si giustifica dicendo che voleva vedere i suoi bambini e che gli mancano.

Intanto sulla scena del crimine, Deb ed Angel trovano delle cartelle contenenti articoli di giornale sul Killer del Camion Frigo ma soprattutto le foto, mai pubblicate, di tutte le vittime smembrate del Killer. Finalmente ora hanno le prove per incastrarlo.
Astor dice a Rita che ha fatto promettere a Paul di non picchiarla mai più. Rita torna sul divano con Dexter e gli dice che Paul si rifiuta di firmare le carte per il divorzio. Lui, nonostante tutto, adora avere una famiglia ed ha paura di restare solo. Dex le chiede quando lei si fosse accorta di tutto il male che aveva dentro l’uomo che amava. Lei risponde che in fondo l’ha sempre saputo ma che credeva di non meritarsi di meglio, ma poi ha conosciuto Dex. Lui le dice di possedere anche lui un lato oscuro e lei ride rispondendo che Dex ha un cuore buono, non fa del male alle persone. La sua risposta è: “Alle persone innocenti. Non faccio del male agli innocenti.”

Dex va al centro di accoglienza alla ricerca di Jeremy. A quanto pare Jeremy se n’è andato, ma Dex scopre anche un’altra cosa: Jeremy si prostituisce. Intanto Deb lo chiama e gli dice di correre subito a casa di Perry perchè stanno per incastrare il Killer del camion frigo. Dex arriva a casa di Perry e fa un giro di perlustrazione nella baracca. Lui dice a Deb che stanno dando la caccia all’uomo sbagliato. Il Killer dissangua i corpi, li congela e solo dopo li taglia a pezzettini. Un metodo pulito ed efficiente, la sua firma psicologica. Perry invece impaglia gli animali. Il loro uomo non trasformerebbe gli animali in pupazzi mostruosi, lo troverebbe patetico. Se il Killer fosse lui, seppellirebbe le proprie vittime. Allora Deb, mentre alle spalle di Dex stanno estraendo dal terreno il cadavere di una persona, gli chiede se il Killer avrebbe seppellito la sua prima vittima umana. Dex risponde di sì e allora Deb lo fa voltare. Il corpo, ormai decomposto, è di una femmina adulta, sepolta da ormai due o tre anni. A quanto pare la donna è stata smembrata con tagli netti. Il resto del corpo non è tagliato e questo spinge tutti a pensare che fosse la sua prima vittima, un esperimento. Dexter sembra deluso che il suo “maestro” si sia fatto scoprire.

Da Rita, Paul entra in casa con delle ciambelle per i bambini e un mazzo di rose per lei. Rita sembra irritata da questa “invasione” e soprattutto perchè sta passando per la madre cattiva davanti ai bambini. Ma Paul non demorde e quando Rita gli grida che non può più far parte delle loro vite, lui si scalda dicendo che è suo dovere prendersi cura dei suoi figli. Dice che sa che deve essere stato difficile per lei fare da madre da sola per così tanto tempo e sa di aver deluso tutti loro.
Alla centrale sono tutti in riunione a studiare il profilo di Perry. Probabilmente il corpo rinvenuto è della sua prima vittima, sua madre. Secondo i tabulati Perry avrebbe usato il cellulare nelle notti in cui il Killer ha colpito e a quanto pare proprio dalla zone in cui battono le prostitute.
Dexter sta facendo footing in un parco. Lui è convinto che si stiano sbagliando di grosso con Perry. Ma ora a Dex interessa rimediare al suo di errore: Jeremy. Lo individua al parco e fa finta di essere uno dei suoi clienti. Peccato che alla ricerca di Jeremy ci fosse anche qualcun altro: Doakes. Doakes parte all’inseguimento del ragazzo e riesce a prenderlo e ad arrestarlo.

Deb e Angel spostano le loro indagini nei motel della zona delle prostitute. In uno di questi motel, la proprietaria dice che Perry è un cliente fisso e che è in una camera proprio in quel momento con una prostituta. I due irrompono nella camera e trovano la prostituta sanguinante e lagata al letto, ma viva. Perry a quanto pare è uscito un attimo per prendere da bere.
Alla centrale Doakes ferma Dex, dicendogli che lo tiene d’occhio. Il sergente gli dice che aveva ragione riguardo all’accoltellamento. La mano era di un esperto, cioè di Jeremy. Doakes gli dice che la sua intuizione era esatta, che Dex non sbaglia mai sui killer e non riesce a spiegarsi come mai. Doakes sembra avere qualche strano sospetto su Dex.

Al motel, Perry rientra in stanza e… sorpresa! Deb ed Angel erano lì ad aspettarlo e lo arrestano. Perry inizia a cantare una stranza canzoncina mentre Angel lo ammanetta.
Mentre Dex sta cucinando insieme ai bambini a casa di Rita, suonano alla porta. Dexter va ad aprire e alla porta c’è Paul. E’ venuto per portare dei regali ai bambini, ma Dexter non vuole farlo entrare dato che Rita non è in casa. Paul gli chiede se per caso Dex sia il babysitter e poi gli fa una domanda piuttosto diretta: “Ti scopi mia moglie?” Lui però insiste così, quando Dex lo minaccia di chiamare la polizia, Paul finge di colpirlo con un pugno. Dex è impassibile però e lo scarica con un laconico: “E’ tutto qui?” Dex capisce che Paul non è disposto a rinunciare ai suoi figli e non è sicuro che questa sia una cosa buona.

Alla centrale c’è un clima di euforia per la cattura del presunto Killer. Deb incontra Doakes e lo invita a partecipare alla festa che Tony Tucci ha organizzato in ospedale in occasione del suo rilascio. Doakes però non sembra dell’umore adatto per andare ad una festa.
Dex racconta a Rita di Paul; lei sembra non sapere che fare e Dexter le dice di cominciare con l’ottenere il divorzio. Rita vorrebbe che Paul scomparisse per sempre e Dex pensa tra sè e sè: “Potrebbe succedere, niente di più facile”.
In un motel Paul è sul letto indaffarato con dell’erba. A quanto pare non ha abbandonato la strada della droga. Rita va da lui e gli dice che devono parlare. Gli dice di smetterla con le visite a sorpresa a casa, di intimidire i suoi amici e di giocare al padre perfetto. Se vuole vedere i suoi figli dovrà meritarselo. Se firmerà le carte per il divorzio potrà vedere i bambini due volte a settimana sotto supervisione e se si comporterà bene per 6 mesi gli concederà le visite senza supervisione. Paul firma i documenti dicendo di essere cambiato.

Alla centrale Laguerta sta interrogando Perry, mentre Doakes Jeremy. Perry ha rinunciato al proprio avvocato. All’ospedale la festa di Tucci è in corso; a quanto pare il suo medico, Rudy, è riuscito a rimetterlo in sesto, innestandogli delle protesi alla mano e alla gamba. Deb si complimenta con Rudy per le protesi di Tony, dicendogli che quello che fa è una forma d’arte. I due chiacchierano per un po’ e alla fine Rudy le chiede di andare a cena con lui; Deb accetta.
Perry è sotto interrogatorio da tempo e ancora non ha detto nulla inerente agli omicidi. Laguerta capisce che ciò che eccita Perry è la gloria, l’attenzione su di sè. E l’apice della gloria l’avrà in tribunale, con la stampa e le televisioni coi riflettori puntati su di lui. Lei gli dice che il divertimento non inizierà finchè lui non parlerà e lei sta aspettando. Perry così comincia a confessare, rivelando tutti i dettagli che nessuno al di fuori della polizia conosceva. Sembra davvero che l’assassino sia lui. Dex pensa che sia finita, tutte le sue speranze, tutte le promesse di grandezza spazzate via. Ormai gli rimane solo Jeremy.

Dexter va da Jeremy e gli chiede perchè l’abbia fatto. Lui l’aveva avvertito di non uccidere chi non merita di morire. Jeremy gli risponde di averlo fatto per sentire qualcosa di diverso, visto che nella sua vita non ha mai provato niente, nessun sentimento. Dex gli chiede se si senta meglio uccidendo e il ragazzo gli risponde di no. Gli preleva del terriccio da sotto le unghie e gli dice che loro due sono simili, anche lui è vuoto dentro. Ha trovato il modo per renderlo meno sconfortante, cioè fingendo di avere sentimenti, di provare qualcosa. Poi lascia la stanza e se ne va.

Rudy e Deb sono fuori e sembrano passare una bella serata. Deb gli parla del suo passato e di suo fratello Dexter. Rudy le dice di essere diventato medico perchè sua madre perse le gambe in un incidente stradale e ad un certo punto bacia Deb, che sembra gradire la cosa.
Dex è a casa e pensa che gli mancherà il suo compagno di giochi ora che tutti gli indizi sembrano incolpare Perry. Dex si è sempre vantato di essere un solitario ma adesso ha bisogno di avere un legame con qualcuno. Ha rivisto se stesso in Jeremy, ma invece di aiutarlo come Harry fece con lui gli ha dato un consiglio sibillino che non ha nemmeno sentito. L’ha lasciato solo e Dex pensa che Jeremy meriti qualcosa di meglio e d’ora in poi l’avrà. La scena si chiude con il ragazzo nella propria cella e con la gola tagliata. Si è suicidato. A questo punto Dex dice che si sbagliava e che Jeremy ha ascoltato il suo consiglio, ha ucciso qualcuno che meritava di morire.

Il Capitano entra nell’ufficio di Laguerta e si complimenta con lei per come ha diretto le indagini. Prima di andarsene le intima però di occuparsi solamente delle faccende di polizia e di lasciare a lui quelle di politica. Laguerta sembra piuttosto irritata dal fatto che il Capitano abbia fatto la conferenza stampa in sua assenza.

Dexter pensa che dalla morte di Harry sia sempre stato solo, ma ora per la prima volta si “sente” solo. Jeremy è morto e presto Neil Perry scomparirà nei meandri del sistema. Ha tante domande per lui, come ha scoperto i suoi segreti, qual era il suo messaggio per lui. Ha visto la sua casa, le sue foto, la sua vita, lo conosce. Ora Dexter ha bisogno di conoscere lui, di comunicare faccia a faccia, prima che scompaia dalla sua vita per sempre. Per questo fa portare Perry nella stanza degli interrogatori, ma a quanto pare Perry sembra non avere la minima idea di chi sia Dexter. La puntata si chiude col sorriso di Dexter. Perry non è l’assassino del Camion Frigo.

Episode 1×07 – I miei colleghi (Circle of Friends)ultima modifica: 2007-06-20T16:10:00+02:00da dolcecanto83
Reposta per primo quest’articolo